Categorie
Floriterapia di Bach

La Floriterapia di Bach

Non esiste malattia che si possa considerare totalmente a carico della mente questo è vero, ma la maggior parte delle malattie sono considerate oggi psicosomatiche. Con la Floriterapia si riequilibra il rapporto che esiste tra mente e corpo con la conseguenza di migliorare l’approccio mentale, la malattia e la capacità fisica di auto-guarigione.

Categorie
COS'E' TUEILTUOFIORE.COM

COS’E’ tueiltuofiore.com – percorso di consulenze online?

1) Il ponte che unisce la parte razionale di te stesso a quella più profonda passando attraverso dinamiche corporee ed emotive

2) Autonomia, a chiunque lo desideri, nell’utilizzo del metodo dei Fiori di Bach

3) collaborazione con professionisti che riconoscono alla Floriterapia di Bach di essere un bene di supporto al percorso di aiuto e guarigione dei loro pazienti/clienti

CONSULENZA ON-LINE

Il colloquio è lo strumento più qualificato ad individuare i Fiori di Bach adatti alla situazione che stiamo affrontando, e ho scelto di farlo on line per dare la possibilità anche a te, così come l’ho data a me, di raggiungere o di creare un luogo che scegli tu e che si identifichi con la tua personalità.
Bada, so bene che scegliersi un luogo piuttosto che recarsi in uno già prescelto per noi ad alcuni può sembrare magnifico mentre per altri disastroso quindi, se sei tra i secondi ti invito a pensarci, ad ascoltarti e a identificare quel posto che ti rappresenta e dove ti fermeresti, volentieri, a parlare di te stesso… a un amica.

COSA ASPETTARTI

Ci troveremo su Skype, e faremo una bella chiacchierata insieme!
L’incontro durerà circa un’ora e avrà lo scopo di far emergere i Fiori di Bach più adatti alla situazione e i successivi incontri saranno fissati ogni tre settimane circa dove parleremo dei risultati ottenuti. Il numero degli incontri poi sarà pensato in base alle singole esigenze.

Come iniziare

Inviami una email a info@tueiltuofiore.com dove:

-mi informi della disponibilità a fare un consulto e mi segnali giorni e orari disponibili per te nelle 2 settimane successive.

– fai una descrizione a grandi linee della problematica che vorrai affrontare con la Floriterapia di Bach.

Attendi poi una proposta da me, a risposta della tua email, dove ti indicherò gli appuntamenti possibili tra i giorni da te indicati (o possibili nuove proposte se già impegnati) e tutte le info per procedere.
Rispondi indicandomi l’appuntamento, giorno e orario, che preferisci tra le proposte e completa con il pagamento della consulenza (riceverai la definitiva conferma dell’appuntamento da parte nostra a pagamento avvenuto).

E il giorno dell’appuntamento?…

il giorno e l’ora stabiliti mi contatterai tu tramite skype all’indirizzo indicato nella email precedente e valuteremo, in accordo, gli obiettivi del trattamento e la giusta somministrazione floreale.

E nei giorni successivi all’appuntamento?…

Una settimana dopo che hai iniziato ad assumere i Fiori di Bach emersi durante il colloquio, dovrai scrivermi una e mail che ci aiuterà a valutare i loro primi effetti.
Sempre in questa email prenoteremo anche la data e l’ora del successivo colloquio.

Se pensi che non sia stata chiara e necessiti di ulteriori informazioni riguardo a quanto spiegato sopra, non esitare a contattarmi a info@tueiltuofiore.com

Categorie
Counseling

Posso spiegarti cos’è COUNSELING??

Permettimi di farlo brevemente! Ci tengo perchè molti quando dico di essere un counselor non sanno di quale professione parli, ne tanto meno di cosa si occupi un counselor, oppure semplificano dicendo ” Ah, ho capito…sei una psicologa insomma!”. Ma no, niente di più sbagliato! E in Italia più che mai è importante precisare questo! Eh si perché c’è una guerra in atto tutt’oggi e che dura da anni tra psicologi e counselor nel nostro paese e questo perché i primi pare si sentano spogliati del loro ruolo di terapeuta, i secondi tentano in tutti i modi di essere riconosciuti come “cosa altra” dalla psicologia (e in gran parte dei paesi esteri avviene questo, in Inghilterra ad esempio counselor e psicologi appartengono allo stesso albo professionale). La differenza sostanziale sta nel fatto che un Counselor si occupa di persone sane che necessitano di colloqui di sostegno e aiuto per affrontare problematiche relazionali o decisionali senza il supporto di un farmaco e di quelle tecniche specifiche di psicoterapia. Ti aiuta in un momento in cui sei in confusione, in tensione e ti sostiene nel recupero delle tue energie sopite e che ti sono utili per affrontare poi la quotidianità; è un percorso, quello con il counselor, legato ad un cambiamento specifico e che abbiamo stabilito noi stessi e lo si può applicare alle diverse situazioni: coppia e/o famiglia, nella vita professionale ecc. Dall’altra lo psicologo e/o psicoterapeuta ( per l’esattezza le due professioni meritano di fare una distinzione tra loro ma a noi qui ora interessa poco e quindi non la faremo…) molto genericamente fa “cura” quindi diagnosi, prescrizione dei farmaci, interventi, prevenzione; affronta problematiche di origine esistenziale quali fobie, nevrosi, disturbi ossessivi compulsivi ecc. e quindi va da sé che sia i tempi che gli esiti della consulenza stessa, da un counselor piuttosto che da un psicologo e/o psicoterapeuta, siano molto differenti.

Ascolto attivo: attività di Counseling

L’ ascolto attivo è una competenza base del Counseling; nello specifico si intende la capacità di porre attenzione alla comunicazione dell’altro senza formulare giudizi; e’ un attenzione questa che prende tutto se stesso e che permette al counselor di cogliere l’altro e ciò che comunica sia in modo esplicito che implicito, a livello verbale e non verbale. Ma c’è di più: perché si verifichi un ascolto attivo, il counselor deve essere aperto non soltanto a ciò che l’altro dice ma anche a ciò che sta accadendo dentro se stesso mentre ascolta, attento a quelle che sono le sue reazioni interiori ed essere consapevole dei limiti del proprio punto di vista. Questo atteggiamento permette di creare quella magia che si chiama “empatia” fondamentale in qualsiasi professione d’aiuto.

E tu, hai mai pensato a qual’è il miglior modo per te di sentirti ascoltato ?

Categorie
Floriterapia di Bach

E SE CREANO DIPENDENZA?

Sono molte e svariate le domande che mi pongono quando parlo della Floriterapia di Bach: cosa sono i Fiori di Bach, come fanno a farti star bene, come si assumono, come sono preparati, se sono per tutti (tutte domande queste che trovano risposta nell’ebook che ho preparato per te).
Una sera Marta però mi ha fatto questa domanda mai posta prima e cioè: ma i Fiori di Bach, creano dipendenza?
Il pensiero le nasce dall’aver capito che la Floriterapia può essere di aiuto in tantissimi momenti della vita, per ogni età e in diversi ambiti (medico, terapeutico, animale, sport ecc).
È una pedagogista Marta, conosce l’umano e sa come possono andare certe cose e con certe “sostanze”. Si domanda se, essendo così…” ottimali in ogni situazione”, corre il rischio di trasformarsi in una vera e propria “dipendenza da Fiori di Bach” e forse anche di tralasciare l’importanza del disagio, del suo potenziale quello di metterci a nudo davanti a noi stessi e di accogliere le nostre fragilità.
Niente di tutto questo può accadere con la Floriterapia e ti spiego anche il perché:
Innanzitutto i Fiori di Bach per essere individuati giusti al momento che stiamo vivendo necessitano che vi sia una profonda conoscenza, consapevolezza e accettazione di noi stessi. Conoscere sé stessi e accettarsi è già di per sé un enorme passo verso la propria indipendenza, e non il suo contrario. Senza presupposti, e cioè la capacità di essere sinceri e umili di fronte alle nostre resistenze, semplicemente non saremo in grado di individuare il giusto fiore e non trarre alcun vantaggio: semplicemente non ci aiuta e non ha alcun effetto.
C’è però anche un’altra questione molto importante e cioè che le dinamiche della dipendenza non è argomento per un Floriterapeuta che deve avere comunque le capacità di riconoscere il disagio e di inviare ad altra cura il cliente e considerarsi, eventualmente, di supporto a questa (o al contrario integrare alla propria professione la Floriterapia).
I Fiori di Bach hanno la funzione di riarmonizzare le nostre emozioni e metterci nello stato d’animo giusto per affrontare la situazione che ci si presenta.


E tu, hai mai fatto esperienza di terapie diverse dalla medicina tradizionale?
Ti sei posto la stessa domanda di Marta?